Vino Brindisi DOC di Puglia - Vendita Brindisi DOC di Puglia, vendita vino on line, vasto assortimento vino Brindisi DOC di Puglia

 
  HOMEPAGE I NOSTRI VINI RICETTE TIPICHE L'ANGOLO DEL SOMMELIER PROMOZIONI CONTATTI  
 

 IL TUO CARRELLO

Articoli nel carrello: 0

Totale spesa: € 0,00

 I NOSTRI PRODOTTI
VINI ROSSI
VINI ROSATI
VINI BIANCHI
VINI DA DESSERT
SPUMANTI/CHAMPAGNE
GRAPPE

 SERVIZIO CLIENTI
Chi siamo
Come acquistare
Spedizioni
Diritto di recesso
Sicurezza
Pagamenti
Privacy e note legali

 FAI UN REGALO
 
Regalati o regala una splendita confezione di vini pregiati pugliesi



  
 
Per le tue vacanze in Puglia:

Villaggi Puglia
 

 I VINI DOC DI PUGLIA - BRINDISI D.O.C.
   
"Brindisi" ha sempre avuto una ricca tradizione vinicola, grazie alle caratteristiche del terreno particolarmente favorevoli: le prime produzioni risalirebbero addirittura alla civiltà micenea. Quest'arte si è poi tramandata nei secoli, prima ai Greci poi ai Romani, fino ad arrivare alle attuali produzioni di qualità. Numerose testimonianze, risalenti proprio al periodo romano, confermano che il vino di Brindisi era ricercato e apprezzato in gran parte dell'Impero e che le preziose anfore venivano imbarcate numerosissime nel porto pugliese. Il Brindisi Doc viene prodotto nei comuni di Brindisi e Mesagne con uve Negroamaro ed eventuale aggiunta di Malvasia nera di Brindisi, Sussumaniello, Sangiovese e Montepulciano. Esistono due tipologie di "Brindisi": il Rosso, di colore rubino intenso, dal sapore armonico e vellutato, e il Rosato, color corallo, dal sapore asciutto e armonico.

Come si consuma

Il "Brindisi Doc" Rosso si sposa bene con piatti di carne o formaggi e va servito in calici allungati. Il Rosato, invece, va gustato con preparazioni abbastanza strutturate, in particolare piatti a base di uova, cozze al gratin, triglie al cartoccio, pastasciutte al ragù di pesce e pomodoro e pesci al forno delicatamente salsati, servendolo in calici per vini rosati morbidi a una temperatura di 12-14°C. Il periodo ottimale per consumarlo è entro due anni dalla vendemmia.

Come si conserva

Il "Brindisi Doc" non richiede accorgimenti particolari: è sufficiente tenere il vino a un'umidità del 70-75% per evitare che il tappo si asciughi. Le bottiglie vanno conservate coricate su scaffalature di legno a una temperatura costante di 10-15°C.

Come si produce

Le uve del "Brindisi Doc" Rosato vengono sottoposte a fermentazione in bianco, cioè il mosto viene messo a fermentare senza buccia e vinaccioli, anche se, una volta solfitato, viene posto a contatto con la vinaccia per breve periodo. Il processo di vinificazione prevede la rottura dell'acino e non quella dei raspi, per evitare che il mosto si arricchisca di quantitativi eccessivi di sostanze coloranti e tanniche. Successivamente alla breve fase di fermentazione, il vino viene moderatamente solfitato, svinato e travasato. Infine viene stabilizzato e imbottigliato. La versione rossa del "Brindisi Doc", al contrario, viene prodotta con l'aggiunta di vinaccia al mosto durante il processo di fermentazione.
DOC DI PUGLIA
Aleatico di Puglia
Alezio
Brindisi
Cacc'e mmitte di Lucera
Castel del Monte
Copertino
Galatina
Gioia del Colle
Gravina
Leverano
Lizzano
Locorotondo
Martina Franca
Matino
Moscato di Trani
Nard˛
Orta Nova
Ostuni
Primitivo di Manduria
Rosso Barletta
Rosso Canosa
Rosso di Cerignola
Salice Salentino
San Severo
Squinzano


FONTE: www.naturalmenteitaliano.com



 
© Vinidelsalento.it - Tutti i diritti riservati - LINCIANO LIQUORS SRL - P. IVA 03670440753 - Via Duca degli Abruzzi, 59 Lecce (LE)