Vino Castel del Monte DOC di Puglia - Vendita Castel del Monte DOC di Puglia, vendita vino on line, vasto assortimento vino Castel del Monte DOC di Puglia

 
  HOMEPAGE I NOSTRI VINI RICETTE TIPICHE L'ANGOLO DEL SOMMELIER PROMOZIONI CONTATTI  
 

 IL TUO CARRELLO

Articoli nel carrello: 0

Totale spesa: € 0,00

 I NOSTRI PRODOTTI
VINI ROSSI
VINI ROSATI
VINI BIANCHI
VINI DA DESSERT
SPUMANTI/CHAMPAGNE
GRAPPE

 SERVIZIO CLIENTI
Chi siamo
Come acquistare
Spedizioni
Diritto di recesso
Sicurezza
Pagamenti
Privacy e note legali

 FAI UN REGALO
 
Regalati o regala una splendita confezione di vini pregiati pugliesi



  
 
Per le tue vacanze in Puglia:

Villaggi Puglia
 

 I VINI DOC DI PUGLIA - CACC'E MMITTE DI LUCERA D.O.C.
   
La Doc Castel del Monte deve il suo nome alla'area di provenienza comune al celebre monumento. Sulle alture delle Murge, vicino Andria, si erge il castello che Federico II fece costruire su progetto personale: a pianta ottagonale, con otto torri a loro volta di forma ottagonale che chiudono un cortile interno. Tra le diverse interpretazioni attribuite alla insolita pianta del castello, la più ricorrente vede nella costruzione l'emblema della potenza e della sapienza su cui si basava il potere di Federico II. Le distese di vigneti che caratterizano e circondano Castel del Monte godono di condizioni climatiche favorevoli che influiscono positivamente la coltura dei vitigni. A partire da 300 metri sul livello del mare, infatti, piante di Uva di Troia, Pampanuto e Bombino nero ricoprono le colline della zona e concorrono alla produzione delle tre tipologie di Castel del Monte Doc: Rosso, Bianco e Rosato.

Come si consuma

Il Castel del Monte Doc, grazie alle sue diverse tipologie, è un vino molto versatile che può essere consumato in differenti modi e occasioni. Il Castel del Monte Doc Rosso Riserva, ad esempio, è un vino da tavola che va abbinato a preparazioni strutturate come castrato arrosto e pollame nobile al forno, carni rosse brasate, formaggi saporiti a pasta dura; va servito a una temperatura di 16-18°C in calici per vini rossi di gran corpo tannici. Nella versione Bianco va abbinato ad antipasti magri, primi piatti con sughi leggeri o a base di pesce, seppie e polpi in tegame, frittate e latticini freschi; va servito in calici svasati, che permettono la concentrazione dei profumi e convogliano gli aromi ai lati della lingua, a una temperatura tra i 10 e i 12 gradi. Il Rosato, invece, va degustato con salumi piccanti, primi piatti con sughi di carne, carne di maiale o agnello e formaggi ovini stagionati e viene valorizzato se servito in calice ampio e aperto.

Come si conserva

Per una corretta conservazione del Castel del Monte Doc è sufficiente tenere le bottiglie al buio, a una temperatura costante fra i 10 e i 15°C, e a un'umidità del 70-75%, in modo che il tappo non si asciughi, tenendole in posizione orizzontale su scaffalature di legno per attutire i colpi.

Come si produce

Il processo produttivo del Castel del Monte Doc varia in base alla tipologia del vino. La vinificazione del Rosso prevede l'utilizzo delle parti solide dell'uva, bucce e vinaccioli, che rimangono a contatto con il mosto durante la fermentazione, per estrarre parte delle sostanze in esse contenute. Il Rosato si ottiene con la fermentazione in bianco delle uve rosse: il mosto non viene fatto macerare assieme alle vinacce, ma semplicemente messo a contatto con esse per breve periodo dopo essere stato solfitato. La metodologia produttiva dei bianchi, invece, contempla la fermentazione del mosto fuori dal contatto delle bucce ed è tecnicamente molto delicata in quanto i vini bianchi sono facilmente soggetti ad alterazioni microbiche e a fermentazioni anomale. Per il Castel del Monte Bianco e Rosso il disciplinare di produzione prevede un periodo di affinamento in recipienti di legno, mentre le tipologie Riserva devono essere sottoposte a un periodo minimo di invecchiamento di due anni.
DOC DI PUGLIA
Aleatico di Puglia
Alezio
Brindisi
Cacc'e mmitte di Lucera
Castel del Monte
Copertino
Galatina
Gioia del Colle
Gravina
Leverano
Lizzano
Locorotondo
Martina Franca
Matino
Moscato di Trani
Nard˛
Orta Nova
Ostuni
Primitivo di Manduria
Rosso Barletta
Rosso Canosa
Rosso di Cerignola
Salice Salentino
San Severo
Squinzano


FONTE: www.naturalmenteitaliano.com



 
© Vinidelsalento.it - Tutti i diritti riservati - LINCIANO LIQUORS SRL - P. IVA 03670440753 - Via Duca degli Abruzzi, 59 Lecce (LE)