Vino San Severo DOC di Puglia - Vendita San Severo DOC di Puglia, vendita vino on line, vasto assortimento vino San Severo DOC di Puglia

 
  HOMEPAGE I NOSTRI VINI RICETTE TIPICHE L'ANGOLO DEL SOMMELIER PROMOZIONI CONTATTI  
 

 IL TUO CARRELLO

Articoli nel carrello: 0

Totale spesa: € 0,00

 I NOSTRI PRODOTTI
VINI ROSSI
VINI ROSATI
VINI BIANCHI
VINI DA DESSERT
SPUMANTI/CHAMPAGNE
GRAPPE

 SERVIZIO CLIENTI
Chi siamo
Come acquistare
Spedizioni
Diritto di recesso
Sicurezza
Pagamenti
Privacy e note legali

 FAI UN REGALO
 
Regalati o regala una splendita confezione di vini pregiati pugliesi



  
 
Per le tue vacanze in Puglia:

Villaggi Puglia
 

 I VINI DOC DI PUGLIA - SAN SEVERO D.O.C.
   
L'area di origine dei vini San Severo nelle tipologie Bianco, Rosso e Rosato vanta un'antica tradizione enologica, e fu oggetto di delimitazione con un decreto ministeriale del 1932. Un'antica leggenda narra che la città di San Severo da cui prende nome la Doc, sarebbe stata fondata da Diomede e chiamata "Castrum Dionis". San Severo si trova nella zona Nord del Tavoliere, a ovest del promontorio del Gargano e a nord di Foggia, ed è circondata da campagne pressocchè del tutto coltivate a vite che ricoprono una vasta zona detta Capitanata di Puglia. In questa cittadina ogni anno a fine settembre si tiene la Sagra dell'uva e del vino di San Severo, tappa obbligatoria per gli amanti e gli intenditori del vino di qualità.

Come si consuma

E' un vino da pasto che nella tipologia Bianco ha una gradazione minima di 11 gradi. Si sposa sia a preparazioni poco strutturate sia a primi piatti con frutti di mare, crostacei e pesci bolliti, latticini freschi. Si degusta in calici ampi che si restringono verso l'alto a una temperatura di 10-12°C. Il Rosato ha gradazione alcolica minima di 11,5 gradi e si associa bene a primi piatti con sughi di carne e a carni di maiale. Si degusta in calici ampi e aperti a una temperatura di 12-14°C. Infine, il Rosso ha una gradazione alcolica di 11,5 gradi; si degusta con salumi piccanti, primi piatti con sughi di carne, carni di maiale, trippe in umido, formaggi ovini stagionati. Va degustato in calici allungati a temperatura di 18°C circa.

Come si conserva

Questo grande vino si conserva con le bottiglie coricate, in scaffalature di legno, perché questo materiale attutisce i colpi e le vibrazioni; devono essere conservate al buio, a temperatura costante fra 10 e 15°C e con un'umidità intorno al 70-75%, in modo che il tappo non si asciughi.

Come si produce

Il processo di vinificazione del San Severo Doc prevede, per il Rosso, la pigiatura delle uve, poi messe a fermentare e a macerare assieme alla vinaccia. Con la successiva svinatura, si separa la vinaccia dal mosto, e, dopo l'invecchiamento e l'affinamento, il vino viene stabilizzato e imbottigliato. Il protocollo di produzione del San Severo Doc Bianco, invece, prevede un processo molto più delicato, dato che il vino bianco è facilmente soggetto ad alterazioni microbiche e a fermentazioni anomale. La fermentazione avviene lontano dalle bucce, che potrebbero compromettere il colore del vino. Il Rosato si ottiene con una fermentazione di uve rosse, senza macerazione delle vinacce.
DOC DI PUGLIA
Aleatico di Puglia
Alezio
Brindisi
Cacc'e mmitte di Lucera
Castel del Monte
Copertino
Galatina
Gioia del Colle
Gravina
Leverano
Lizzano
Locorotondo
Martina Franca
Matino
Moscato di Trani
Nard˛
Orta Nova
Ostuni
Primitivo di Manduria
Rosso Barletta
Rosso Canosa
Rosso di Cerignola
Salice Salentino
San Severo
Squinzano


FONTE: www.naturalmenteitaliano.com



 
© Vinidelsalento.it - Tutti i diritti riservati - LINCIANO LIQUORS SRL - P. IVA 03670440753 - Via Duca degli Abruzzi, 59 Lecce (LE)