Vino Alezio DOC di Puglia - Vendita Alezio DOC di Puglia, vendita vino on line, vasto assortimento vino Alezio DOC di Puglia

 
  HOMEPAGE I NOSTRI VINI RICETTE TIPICHE L'ANGOLO DEL SOMMELIER PROMOZIONI CONTATTI  
 

 IL TUO CARRELLO

Articoli nel carrello: 0

Totale spesa: € 0,00

 I NOSTRI PRODOTTI
VINI ROSSI
VINI ROSATI
VINI BIANCHI
VINI DA DESSERT
SPUMANTI/CHAMPAGNE
GRAPPE

 SERVIZIO CLIENTI
Chi siamo
Come acquistare
Spedizioni
Diritto di recesso
Sicurezza
Pagamenti
Privacy e note legali

 FAI UN REGALO
 
Regalati o regala una splendita confezione di vini pregiati pugliesi



  
 
Per le tue vacanze in Puglia:

Villaggi Puglia
 

 I VINI DOC DI PUGLIA - ALEZIO D.O.C.
   
Prodotto nella parte più meridionale della Puglia, in provincia di Lecce, L'Alezio Doc si distingue in due tipologie: il Rosso, di sapore caldo e amarognolo, e il Rosato, di sapore asciutto e vellutato, entrambi prodotti con il vitigno Negramaro. Non si conosce l'origine del "niuru maru", ma è evidente che la denominazione si deve al colore nero del grappolo e al sapore amaro del vino che si ottiene dalle relative uve.

Come si consuma

L'Alezio Doc è un vino da pasto le cui caratteristiche vengono esaltate quando viene abbinato a preparazioni elaborate, come braciole alla barese (involtini di carne di vitello o di cavallo con prosciutto, pecorino, aglio, prezzemolo, basilico, sale e pepe, rosolati in olio d'oliva con cipolla, aglio e passata di pomodoro), pollame nobile arrosto e agnello al forno. Il Rosso va gustato in calici per vini rossi corposi, a una temperatura di 16-18°C entro tre-cinque anni dalla vendemmia. La tipologia Riserva, invece, nelle annate migliori, va consumata entro sei-otto anni. L'Alezio Rosato, infine, va servito in calici ampi e aperti.

Come si conserva

Per una giusta conservazione dell'Alezio basta seguire alcuni accorgimenti: tenere le bottiglie in posizione orizzontale, al buio, a una temperatura costante di 10-15°C e con un'umidità del 70-75%.

Come si produce

Nella sua versione rossa, la vinificazione dell'Alezio Doc, richiede l'utilizzo delle parti solide dell'uva, cioè la vinaccia, che deve rimanere a contatto con il mosto durante la fermentazione, in modo tale che vengano estratte le sostanze in essa contenute. L'Alezio Doc Rosato, si procede con la fermentazione in bianco delle uve rosse, cioè senza che le vinacce siano lasciate a macerare nel mosto. Per ottenere il colore rosato, è sufficiente un breve contatto del mosto solfitato con le vinacce subito prima che venga travasato e messo a fermentare. Per evitare che il mosto si arricchisca di elevati quantitativi di sostanze coloranti e tanniche, la pigiatura deve provvedere alla rottura dell'acino e non a quella dei raspi. La macerazione deve essere brevissima e la solfitazione altrettanto moderata per non impedire la disacidificazione naturale.
DOC DI PUGLIA
Aleatico di Puglia
Alezio
Brindisi
Cacc'e mmitte di Lucera
Castel del Monte
Copertino
Galatina
Gioia del Colle
Gravina
Leverano
Lizzano
Locorotondo
Martina Franca
Matino
Moscato di Trani
Nardò
Orta Nova
Ostuni
Primitivo di Manduria
Rosso Barletta
Rosso Canosa
Rosso di Cerignola
Salice Salentino
San Severo
Squinzano


FONTE: www.naturalmenteitaliano.com



 
© Vinidelsalento.it - Tutti i diritti riservati - LINCIANO LIQUORS SRL - P. IVA 03670440753 - Via Duca degli Abruzzi, 59 Lecce (LE)